Warner Bros portata in tribunale da una donna: tutta colpa della bacchetta di Harry Potter

La Warner Bros è stata citata in giudizio da una madre, la causa? Una bacchetta di Harry Potter

Una mamma cita in giudizio la Warner Bros per una bacchetta di Harry Potter difettosa. Questa sostiene che una replica della bacchetta magica di "Harry Potter" ha ferito ad un occhio il figlio e vuole un grosso risarcimento per i danni non indifferenti causati al bambino di soli 3 anni. Jessica Perry, questo il nome della madre, ha acquistato un modello di replica della bacchetta del famoso maghetto con la funzione di penna luminosa. Ossia una bacchetta che al suo interno contiene la mina di una penna e che si illumina quando la punta preme sul foglio. L'acquisto è stato fatto presso un negozio e i suoi figli erano contentissimi de regalo. Alla fine però la bacchetta ha causato dei gravi danni all'occhio del bambino.

harry-potter-wand

 

La bacchetta di Harry Potter e la causa da milioni di dollari

Jessica sostiene che suo figlio maggiore stava giocando con la bacchetta, agitandola proprio in stile Harry Potter. Ad un tratto la parte metallica della penna è fuoriuscita dalla bacchetta ed è volata dal lato opposto della stanza colpendo l'altro figlio nell'occhio. Nei documenti, dice che la penna gli ha rotto il bulbo oculare, lasciandolo quasi cieco e costringendolo a sottoporsi a un paio di interventi chirurgici. Sostiene che la bacchetta era difettosa dato che la penna sarebbe dovuta essere fissa e la Warner Bros. avrebbe dovuto essere a conoscenza dei rischi. La sua tesi è sostenuta da una recensione trovata online.

Nella recensione un utente afferma di aver acquistato lo stesso gadget di Harry Potter e che ha avuto un problema simile. Cioè la penna non fissata all'interno della bacchetta. Nella causa, Jessica afferma che suo figlio ha dovuto usare un collirio doloroso, che lo ha fatto urlare e disperare dal dolore. Inoltre dice che la benda sull'occhio che il piccolo doveva indossare lo spaventava tanto da costringerlo a dormire con le luci accese. Jessica afferma anche che il suo bambino, a causa della bacchetta di Harry Potter, ora deve stare attento a non ferirsi nuovamente la retina. Il piccolo per il resto della sua vita non potrà fare sport, fare attività violente o avere una vita normale. Quanto costerà  la bacchetta difettosa di Harry Potter? Jessica ha fatto causa alla Warner Bros per diversi milioni di dollari: 8 milioni  di risarcimento danni per le ferite e il disagio emotivo di suo figlio, e in più spese per danni punitivi.

LEGGI ANCHE >>>Oroscopo Light del 13 ottobre: Capricorno, porta pazienza! Acquario: giornata difficile

Lascia un commento